Chat online

Hai bisogno di supporto per promuovere la tua azienda?

Avvia la chat

Parla con un operatore

Vuoi la consulenza di un operatore per scegliere la soluzione più adatta a te?

Il servizio è gratuito

Tu sei qui

Vinitaly: una road map verso il futuro

Vinitaly: una road map verso il futuro
La conferenza stampa di presentazione dell'edizione 2016 celebra i 50 anni della manifestazione

 
E' stata illustrata a Roma, in occasione di una conferenza stampa dedicata, la 50a edizione del salone internazionale che Veronafiere dedica ai vini e ai distillati.
 
La prossima edizione di Vinitaly si svolgerà dal 10 al 13 aprile: il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, taglierà il nastro mentre l'11 aprile è prevista la visita del Premier, Matteo Renzi.
 
Vinitaly si appresta a celebrare il suo primo mezzo secolo di attività forte di una serie di record che rendono la manifestazione regina indiscussa nel panorama fieristico italiano del settore.
4.100 espositori, 100.000 metri quadrati espositivi netti: Vinitaly ha lanciato da Roma la “road map” che vuole affermare la propria leadership anche nei prossimi decenni.
 
Nel 2015 l'export vinicolo italiano ha superato i 5,4 miliardi di euro, in crescita del 5,4% rispetto all'anno precedente. Numeri che certificano l'importante traguardo conquistato dal comparto che deve essere consolidato e mantenuto con l'obiettivo di raggiungere i 7,5 miliardi di euro di esportazioni entro il 2020.
 
“Per raggiungere questo risultato,– ha spiegato Maurizio Danese, presidente di Veronafiere –, è necessario che tutti gli attori agiscano in una logica di rete. La stessa che Veronafiere ha costruito negli anni a servizio del business internazionale e che ha portato il Governo italiano a riconoscere in Vinitaly una piattaforma b2b strategica per il comparto vinicolo nazionale, attraverso il suo inserimento nel Piano di promozione straordinaria del Made in Italy.”
 
I 50 anni di Vinitaly rappresentano un patrimonio comune, dato che riassumono e raccontano mezzo secolo di storia dei vini d'Italia.
 
“Per questo è un grande onore ricevere la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella all’inaugurazione ufficiale della manifestazione e altrettanto gradita ed importante sarà quella del presidente del Consiglio Renzi nei giorni della rassegna – ha continuato Danese –. Siamo consci della nostra grande responsabilità e per questo siamo già impegnati a costruire i prossimi 50 anni a partire da oggi.”
 
“Per il 2016 Veronafiere ha investito 8 milioni di euro per aumentare il già alto tasso di internazionalità di Vinitaly – ha spiegato Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere –, con 55.000 operatori stranieri da 141 nazioni presenti nel 2015, pari al 37% del totale. Quest’anno avremo 1.000 buyer selezionati in più dall’estero, grazie al potenziamento dell’incoming, in particolare da Paesi target quali Germania, Austria, Svizzera, Regno Unito, Scandinavia, Polonia, Usa e Canada, Russia, Giappone e Cina. Un’attività che ci vede collaborare attraverso azioni congiunte con i ministeri delle Politiche agricole e dello Sviluppo economico e con ICE-Agenzia. Sarà un'edizione di Vinitaly 3.0 anche grazie alla attività che farà il Mipaaf e che prevede la presenza anche di Jack Ma di Alibaba.»
 
Alla conferenza stampa di presentazione a Roma, è intervenuto, inoltre, Maurizio Martina, ministro alle Politiche agricole: “Sono contento di poter vivere il 50° di Vinitaly – ha dichiarato –. Dobbiamo riconoscere che questa esperienza è stata straordinaria per tutta l’Italia. Vinitaly è la piazza di riferimento per raccontare la potenza dell’esperienza vitivinicola italiana. Noi ora celebriamo questi 50 anni non solo guardando al passato di questa bella storia, ma soprattutto pensando al futuro. C’è una grande sfida, come coniugare la nostra eccellenza enologica con la grande frontiera del digitale, e su quest’asse vogliamo contribuire a fornire degli strumenti nuovi ai giovani delle nostre imprese vitivinicole per essere sempre più presenti nel mondo. Il tema di Vinitaly – ha proseguito Martina – è anche un po’ essere palestra fondamentale di lavoro per tanti giovani che hanno desiderio di fare impresa in questo settore. Veniamo da una grande esperienza di collaborazione con Veronafiere ad Expo, dove abbiamo realizzato il Padiglione del Vino, ora dobbiamo andare avanti consapevoli che la partita per l’internazionalizzazione e l’aumento di numeri dell’export è la grande chiave per la riorganizzazione e il successo del settore. Verona è sempre stata la vetrina per eccellenza di questo mondo e l’investimento che il Governo ha fatto negli ultimi due anni su Vinitaly come chiave per l’intero Paese è chiaro e inequivocabile.”
 
Un ruolo guida sottolineato, quest’anno, anche dal Forum dei ministri dell’agricoltura dei principali Paesi europei produttori di vino, convocato proprio dal ministro Martina a Vinitaly.
 
L’edizione 2016 vedrà anche la partecipazione di più espositori internazionali, sia nel padiglione
Vininternational dove sono presenti i più importanti Paesi produttori come Spagna, Georgia, Azerbaijan, Australia, Serbia, Svizzera, Gran Bretagna, Francia, Cina, Portogallo e Argentina, sia nei saloni Vinitalybio e Vivit.
 
 
Photo Credits: www.vinitaly.com

Tags: Vino

I più cercati del settore

Loc. Podere Monte Cavallo
58014 Manciano , GR
Tel: 333 9492127
Località San Bovo - Via Statale, 26
12054 Cossano Belbo , CN
Tel: 0141.837211
Località Selvotta
86075 Monteroduni , IS
Tel: 0865.493043
Via Bellagenova, 4
92020 San Giovanni Gemini , AG
Tel: 0922 903114 - 328 8127027
Fr. Annunziata 67
12064 La Morra , CN
Tel: 0173.50344